05/12/2021 – Sorrento – Positano

Tag

Si è corsa oggi, domenica 5 dicembre 2021 la Sorrento – Positano. Al via della gara PANORAMICA sulla distanza dei 27 Km i nostri atleti: Riccardo Carlotto, Susanna Grego, Nicola Lonigro, Letizia Scandagliato, Cristina Franceschi e Debora Dalla Libera.

La gara ha preso il via da Corso Italia a Positano alle ore 9 e ha visto impegnati i nostri 6 atleti lungo un percorso di 27 Km complessivi con un dislivello positivo di 735 metri.

Questi i tempi con cui i 6 sono giunti al traguardo.

Ed ecco il racconto scritto dai nostri atleti della gara!

Fischia il vento, urla la bufera e le ragazze del fitwalking affrontano la costiera !!!!!

Sono partiti in 1200 ma …solo 1000 sono arrivati a Sorrento !!!

Nicola apriva la strada e passo dopo passo, salita dopo salita e sotto una pioggia battente RTM presente e sempre sorridente !!! E con il motto “sguardo fiero , andamento allegro”, la Ciccia: “ma chi me eo ga fatto far …..!!!” Siamo arrivati al final, con i colori giallo e blu mano nella mano chi ci ferma più !!!

racconto a 6 mani ) …

Susy, Cristina , Debora, Ciccia, Ricky e Nicola

Infine ecco alcune foto inviate dalla gara.

28/11/2021 – XVIII Mezza Maratona di Palmanova

Tag

, ,

Domenica, al via della diciottesima edizione della Mezza Maratona di Palmanova, i nostri atleti Giorgio Baldin e Monica Menon.

I due corrono la distanza dei 21 Km con questi tempi.

Ed ecco le due foto che ci hanno inviato prima e dopo la partenza della gara.

28/11/2021 – Firenze Marathon raccontata da Dimitri

Tag

,

Domenica 28 novembre si è disputata la 37^ edizione della Firenze Marathon. Al via i nostri Dimitri Bolzonella e Barbara Brotto. E’ proprio Dimitri a raccontarci la sua gara.

Se Venezia è “unica”, Firenze è Magnifica !. Partiamo io e la “wonder Brotto ” per questo “battesimo”( per me ) da “runner”. Le previsioni non erano delle migliori , sia in fatto di meteo , che di preparazione atletica; non avevamo i km nelle gambe e quasi mai corso assieme . Visto gli impegni di lavoro e distanze., ma oramai non ci si può tirar più indietro🤣 è confermata ❗si va❗. Si arriva a Firenze il  sabato sotto un diluvio , rischiando di andare a Milano….🤣 ..cominciamo bene🤦‍♂️ dopo aver ritirato il pettorale andiamo a farci benedire va 🤣 andiamo alla Messa del maratoneta , ecco forse lì ho capito che l’ avrei portata a casa.  🙏🤣 . La domenica alla partenza il tempo è clemente , ma la strada è bagnata  , il pericolo è di scivolate, ma io ormai sono determinato.  Barbara invece passa una brutta nottata , ma io non ho dubbi, sono convinto che ci sarà ❗ Parto, e ..sorpresa😉🤣 , me la ritrovo al 21 km💪 e da lì,  fino alla fine .  Grazie. Chiudo alla fine ”   cotto” , ma penso con un dignitoso 4: 33: 34 . Pure palindromo 🤣 .  Da rifare sicuramente proprio bella .

Dimitri Bolzonella

21/11/2021 – Verona Marathon

Tag

, , , ,

Domenica 21 novembre il podismo è di scena a Verona. Si disputano in concomitanza la ventesima edizione della Verona Marathon e la Cangrande Half Marathon.

Sulla distanza regina è impegnato per il Running Team Mestre il nostro Domenico Masiero che corre la sua gara lunga numero 183 in 4 ore e 14 minuti.

Al via della mezza maratona invece il nostro Tobia Scatiggio che taglia il traguardo con un tempo ufficiale di gara poco sotto le 2 ore (1h59m47s).

Ad entrambi rivolgiamo i nostri complimenti per averci rappresentato ancora una volta in quel di Verona.

14/11/2021 – Maratona di Atene

Tag

,

La nostra Atleta Eleonora Palma vola fino ad Atene solo per scrivere la sua storia della Maratona là dove è nata e mostrare i colori di Running Team Mestre.
Ecco qua tutta per voi.

Il 14 novembre è stata la mia terza Maratona di Atene in quattro anni, l’anno scorso purtroppo non è stata proprio disputata per la pandemia e la mia seconda con i nostri bei colori del Running Team Mestre.

Per i runner, ma anche per i camminatori, è una maratona considerata impegnativa, lenta, per via degli oltre 300 metri di dislivello che si snodano dall’undicesimo km in poi, fino all’ultima salita del 32esimo, con tante persone sopra il cavalcavia a salutarti ed incitarti. È l’unica maratona al mondo che racchiude nel suo nome la partenza e l’arrivo, perché si parte dallo stadio di Maratona e si arriva allo Stadio Panathinaiko di Atene che i Greci chiamano Kalimarmaro (lo stadio dai bei marmi e sono belli e lucenti davvero!). Ed è una maratona sempre gonfia di emozioni: anche per i più lenti c’è tanto tifo lungo lo stradone che porta ad Atene e che attraversa diversi comuni: in ognuno c’è chi applaude, chi balla danze tradizionali, chi legge il tuo nome sul pettorale e lo chiama a gran voce,  i bimbi offrono un ramoscello d’ulivo o un fiore e battono il cinque.

C’è la gara ma c’è anche tanta storia e tanto affetto verso questa fiumana di atleti da ogni parte del mondo. E quest’anno il ramoscello d’ulivo che mi ha dato un bimbo al quinto km sono riuscita a portarlo intero fino al traguardo, senza che si distruggesse come al solito ed è stato emozionante come prendere la medaglia. Ottima l’organizzazione come sempre: addirittura le maratone sono state due, partite a quarantacinque minuti di distanza, così da evitare assembramenti. Quest’anno il mio tempo è stato superiore alle altre due volte ma non importa, ne ero consapevole perché venivo da uno stop di circa un mese e avevo solo tanta voglia di farla e finirla. Per migliorare il personal best ci penserò l’anno prossimo!

 
Eleonora.

ecco qua anche alcune foto ed il suo tempo.

14/11/2021 – T-FAST 42k

Tag

, ,

Domenica 14 novembre il Running Team Mestre era rappresentato a Torino da Gennaro Benevento in occasione dela T-FAST 42K, una maratona da correre tra monumenti barocchi, architettura sabauda, moderna e post-industriale.

Ad ospitare la partenza della T-FAST 42k è stato il Parco del Valentino con il suo borgo medievale e il suo castello. Un gioiello di storia, natura e magia sulle rive del Po, Patrimonio dell’UNESCO e sede di allenamento preferita della maggior parte dei runner del capoluogo piemontese. Storia, natura e magia che hanno accompagnato il nostro Gennaro lungo tutti i 42 km, tra monumenti e aree moderne, le due facce che rendono bella e hanno reso famosa Torino.

Gennaro ha concluso la sua gara stabilendo il suo nuovo personal best ovvero in 3 ore e 38 minuti!

Sul suo profilo Facebook, Gennaro racconta così la sua gara.

T-fast 42 maratona di Torino… Raggiunto il mio pb in maratona 3h38’36″…

Contentissimo di ciò anche se so che avrei potuto fare molto meglio…

Giornata perfetta per correre: no pioggia, no vento, no caldo. Organizzazione pessima e non aggiungo i particolari.. ringrazio chi in questi tre mesi di preparazione mi ha sostenuto, allenato, consigliato in tutto, sempre presente, coach Giovanni Schiavo

Onorato di aver rappresentato Running Team Mestre…inoltre ringrazio chi mi ha aiutato in alcuni allenamenti durante la preparazione Johnny Soprano e Luisa Bruni

Infine ringrazio tutti coloro che con un semplice messaggio si sono interessati alla mia gara… Adesso si pensa a nuovi obiettivi per il nuovo anno con la voglia di migliorare ancora…

14/11/2021 – Maratonina di Mestre di Tiziana Moretti

Tag

, ,

Maratonina bagnata, maratonina fortunata. In realtà Giove pluvio ci ha graziati e poi di maratonina c’era solo il nome perché il percorso cittadino si svolgeva su tre giri del centro Mestre e per un totale di 10 km.

Felicissima di essere stata sempre al fianco della mia amica Michela che non solo non aveva mai corso per 10 km ma non aveva neanche mai partecipato ad una gara ed era fiera del suo primo pettorale. Ciò che un runner riceve, un runner deve dare. Sono stata aiutata e spronata durante la Venice marathon ed aiutare ed incoraggiare la mia amica, è stato del tutto naturale ed appagante. Non importa se un po’ abbiamo corso ed un po’ camminato, nessuno sguardo al Garmin, l’importante era divertirsi.

Niente medaglia ahimè, probabilmente abbiamo incrociato l’unico volontario convinto che le medaglie fossero solo per i bambini. Ma noi un po’ bambine lo eravamo però.

In tarda mattinata arriva anche la notizia che RTM è la prima società per numero di partecipanti.

Che dire ancora, bella mattinata in compagnia con foto di gruppo, selfie vari e finalmente una corsa senza alzataccia.

31/10/2021 – Bologna Marathon

Tag

,

Quarta settimana di Ottobre, quarta maratona per Domenico Masiero!

Il nostro atleta si toglie i panni del pacer dopo Venezia e torna ad indossare la canotta gialloblu del Running Team Mestre in occasione della Bologna Marathon.

La gara si presenta tosta, a detta del nostro Domenico, con un passaggio nel centro storico del capoluogo emiliano caratterizzato da diverse curve repentine e tratti di pavimentazione lastricata che hanno reso il percorso un pò più impegnativo, ma ancor più suggestivo.

Masiero taglia il traguardo in 4 ore e 30 minuti.

Parallelamente alla Maratona si corre anche una gara sulla distanza dei 30 Km. Al via la nostra Lilian Virlan, anche lei nella scorsa settimana impegnata nella 42 Km di Venezia. Liliana chiude la sua gara in 2 ore e 21 minuti, classificandosi sesta di categoria.

24/10/2021 – 5° TRAIL COSTA VICENTINA

Con piacere inseriamo nel nostro sito il racconto del 5° Trail Costa Vicentina di Stefano Mercurio.

Trail Costa Vicentina 2021 (no, non c’entrano i colli Berici).

57 chilometri abbondanti con 1000 metri di dislivello tra sentieri sterrati e/o sabbiosi prima interni e poi costieri nel sud del Portogallo.

Natura tipica, foreste di alberi da sughero e… sabbia.

Non facevo cose del genere da due anni e pensavo di essermi disintossicato. Ma non bisogna mai abbassare la guardia, che poi è un attimo che ti ritrovi a sudare in modo inverecondo per le vie della Lusitania.

Santiago do Cacem.

Partenza.

Tanti bei personaggi che parlano strano. Il briefing pre-gara è tanto professionale quanto incomprensibile. Tanto poi ad un certo punto iniziano a correre ed io li seguo.

Supero gente e poi altra gente. Ma già prima dei 50 chilometri compaiono gioviali dolori muscolari ed allegre avvisaglie di crampi. “Non fa male”, direbbe Rocky. Certo. Quindi basta pensare ad altro. E funziona (quasi). Fino alla spiaggia sull’oceano. Bella e romantica l’idea di scendere in spiaggia a correre sulla (e nella) sabbia soffice. Se non fosse che ogni passo rischia di far scattare lo spasmo che ti lascia rantolante a terra. Ma per fortuna poi ci sono comode salite e discese dalla scogliera, ah beh.

Ed arrivo alla passerella di legno a meno di tre chilometri dall’arrivo. Dalle segnalazioni è chiaro che bisogna andare a destra. Se non fosse che 1. So che l’arrivo è in direzione opposta e 2. Ci sono due persone che mi indicano di andare nella direzione opposta. Ed io vado nella direzione opposta. Evito agilmente un albero basso e… mi ritrovo senza più segnali. Mai fidarsi di nessuno.

Torno indietro. Sbatto poco agilmente sull’albero basso. Le persone sono svanite ed il numero 16, che avevo dietro, è passato davanti. Io ed i miei crampi lo inseguiamo. Nel successivo tratto si consuma l’entusiasmante (?) sfida per l’ottavo posto. Quando raggiungo “16” lui mi dice cose in idioma locale. Presumo imprecazioni. Rispondo, in un altro idioma, che non capisco.

Corro (grossomodo) anche l’ultima rampa (che peggiora la situazione muscolare) ed entro storto nel rettilineo d’arrivo. Mi raddrizzo con la sola forza dell’orgoglio e riesco pure a sorridere al fotografo. Finisco in condizioni pietose.

Ma davanti al 16.

Posizione conquistata.

Ed arrivare quarto di categoria mi evita pure la seccatura di salire sul podio, che lo scalino è troppo alto per come sono messe le mie gambe (semicit. “La volpe e l’uva” – Esopo)

Tutto è bene quello che finisce 😊