Analisi della tecnica di corsa

Il giorno 18 luglio Fabio Aidone si è recato presso il Poliambulatorio Bissuola Medica per sottoporsi all’ Analisi della tecnica di corsa e  Valutazione Funzionale e  Muscolare.

Il servizio è durato 30’ ed è  stato offerto dal Poliambulatorio Bissuola Medica e da Game7Athletics, negozio sportivo che si trova all’interno dell’Auchan di Mestre.

Dopo una prima intervista per conoscere lo stato di forma ed una valutazione in statica della postura, l’atleta è stato trasferito sul tapis roulant, prima con le scarpe e poi scalzo, per la valutazione in dinamica. Il fisioterapista ha filmato il movimento atletico ed ha analizzato con l’atleta la sua tecnica di corsa.

Successivamente si è passati alla valutazione della forza con alcuni esercizi di carico alla pressa. A conclusione ci sono state delle osservazioni e consigli da parte dello staff.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_1e8c

Nei prossimi giorni l’atleta riceverà una mail con le valutazioni e alcuni consigli.

Ringraziamo il Poliambulatorio Bissuola Medica e Game7athletics per l’offerta e speriamo che gli atleti che stanno preparando la Venice Marathon, e non solo, approfittino di questa iniziativa.

13/07/2019 – ROSENGARTEN SKY MARATHON

Abbiamo ricevuto da parte di Carlotta Finotello il racconto della gara a cui ha partecipato lo scorso weekend. Con piacere lo inseriamo sul nostro sito web. La ringraziamo molto e le facciamo i complimenti per il risultato ottenuto: 17.mo posto in campo femminile con un tempo di gara di 8 ore 55 minuti e 8 secondi.

Sabato 13 ho corso la Rosengarten Schlern Sky Marathon, 45km 3000d+. Per me la maratona della meraviglia. Esperienza condivisa con gli amici veneziani, mentre la sorellina mi seguiva da bordo lago con bikini, occhiali da sole e sorseggiando una cedrata Tassoni.

Rosengarten Schlern Sky Marathon è una maratona in territorio alpino che si snoda intorno al Gruppo del Catinaccio. La partenza è a Tiers / S. Cipriano a circa 1.100 m.s.l.m. Partenza alle ore 7 sotto una leggera pioggerellina che non dà fastidio, si sale in fretta e già mi pare tutto bellissimo. Al km 15 circa di arriva al rifugio Roda di Vael, poi ancora su fino al Vajolet, sempre più su fino al Principe (2610m), dove ti accoglie una maestosità che ti lascia senza fiato. Si scende e nella gola della montagna un volontario suona una tromba dalle melodie malinconiche che mi emozionano moltissimo. Si sale il cattivissimo Molignon, ma sto bene e mi ripeto “un passo dopo l’altro arrivi dove vuoi”… poi rifugio Tires e di corsa fino al Bolzano, guardo l’orologio e sono già passate 7 ore. Inizio ad essere stanca, ho voglia di arrivare, discesa bastarda, pietroni instabili, ponti con assi sconnessi, mancano ancora 10km e saranno eterni… Ma arrivo felice con gli occhi e il cuore pieni di maestosa bellezza.

P.s. piccola nota. Ritiro la sacca e mi mandano a far la doccia in un hotel 4 stelle, nella zona sauna, asciugamani bianchi e soffici, balsami, creme e bagnoschiuma profumati. Un paradiso! Maschietti, se vi iscrivete, sappiate che il trattamento è riservato solo alle donne.

Carlotta Finotello

29/06/2019 – Hochpustertal Run

Tag

,

Sabato 29 Giugno si è disputata la Hochpustertal Run. Al via della 21 Km il nostro Filippo Dabalà. Il nostro atleta ci racconta di condizioni meteo abbastanza proibitive. Nonostante la latitudine (San Candido, BZ) e altitudine (1100 m slm) in cui si corre la temperatura è bollente: 32°C.

Nonostante il gran caldo e la quasi impossibilità nel respirare adeguatamente, Dabalà conclude quarto assoluto e primo nella categoria M30. Filippo stacca il quinto di parecchio e si toglie lo sfizio di tagliare la finish line accompagnato dai suoi gemellini.

Ecco la classifica dei primi 10 arrivati.

E’ con piacere che condividiamo con i nostri lettori le foto che Filippo ci ha mandato direttamente dall’arrivo di questa gara in Alto Adige.

22/06/2019 – La Mezza di Chiavari

Tag

,

Ecco le parole che la nostra Barbara Brotto ci ha inviato per raccontarci della sua partecipazione a La Mezza di Chiavari. Ricordiamo a tutti i nostri atleti che noi siamo felici di ricevere e pubblicare le vostre storie. Sono sicuramente più interessanti da leggere e più vere! Potete farcele avere via mail, Whatsapp, Facebook, etc. Insomma non avete scuse 🙂

Una serata correndo sul Golfo del Tigullio.😍 

Sabato 22giugno ore 20.00 a Chiavari si è svolta la quinta edizione della mezza di Chiavari Night Run.

Un percorso suggestivo tra i carugi e il lungomare da percorrere in un circuito di tre giri con saliscendi x 21 km e 600m di dislivello.

Una temperatura di 22°con una leggera brezza marina 😰e le luci che arrivavano da Portofino e si incontravano con quelle provenienti da Sestri Levante, formando uno spettacolare paesaggio notturno.

Un particolare apprezzamento all’organizzazione x il ristoro finale e la non semplice gestione della rete viaria. Per il prossimo anno ci auguriamo di poterla promuovere vista la bellezza della location.

Barbara& Massimo 😍😍

16/06/2019 – DARK PEAK TRAIL

Tag

, ,

Con qualche giorno di ritardo vi diamo conto di una gara a cui ha partecipato il nostro Stefano Mercurio oltre Manica. Stefano il 16 giugno ha corso la Dark Peak Trail, una gara organizzata nei pressi di Manchester. Ci teniamo a inserire sul nostro sito le parole con cui il nostro atleta ha voluto raccontare la sua esperienza.

Shame on you (ovvero, traducendo in vernacolo, “vargognate”), disse la mia voce interiore.
Anni ed anni passati a costruire faticosamente un’immagine di podista serio (?).
Più di 60 gare tra asfalto, montagna, trail e pure pista.
Da Galzignano alla Cappadocia, dal Passatore a Budapest passando per l’Etna.
E poi vai in Inghilterra. E perdi tutto l’onore (?) accumulato.
Shame on you.
Dark Peak Trail, 25 chilometri abbondanti di gara off road in una suggestiva zona naturalistica collinare poco distante da Manchester.
Il percorso ha una “figure of eight” (è fatto ad otto). Campestre e fangoso ma ben segnato. Facile seguirlo. O quasi, soprattutto se non ti rendi conto di essere arrivato al centro dell’otto.
Shame on you.
Vedi delle frecce a sinistra e ti fiondi. Ti viene il dubbio, in effetti, per come sono posizionate. Ma con te c’è un english guy (giovinotto indigeno). Lo guardi. Ti guarda. Andiamo. Subito salita impegnativa. La sensazione di deja vu è mitigata dallo sforzo. Ma ad un certo punto… non c’è dubbio, di qua siamo già passati. Figure of eight. Stiamo rifacendo la prima parte. Maledizione.
Torniamo indietro in picchiata.
L’English guy dice che secondo lui di là si taglia.
Ok. In fondo è meglio perdersi in due che da soli.
All’improvviso una recinzione.
Sei ancora capace di saltare la staccionata? Certo!
Nel saltare la staccionata si stacca un magnete del pettorale.
Per recuperarlo perdo l’inglese. Arrivo in un prato e vedo delle persone che camminano. Frase del giorno: “Have you seen a runner?” (più o meno: “ciò, gavio visto uno che core?”). Mi basta uno a caso…
Riprendo il mio compagno di avventura. Il tempo di saltare un’altra barriera e torniamo sul percorso.

20 minuti buttati, ma onoriamo la gara completando il percorso (giusto) e, nonostante tutto, ci classifichiamo ampiamente prima della metà.
Ma ormai l’onore è perduto.
Un samurai farebbe harakiri. Un italiano medio se ne fregherebbe. Io magari cambierò sport.

PS: L’attestato Gold, che mi hanno assegnato nonostante tutto quello che è successo, fa capire che i Silver e Bronze non erano poi dei grandissimi premi… 

Grazie a Stefano per il suo racconto e per le belle foto che ci ha inviato 😉

23/06/19 – Valle d’Aosta Marathon

Tag

,

Prima edizione della Valle d’Aosta Marathon, gara non proprio in zona per chi si allena nel Veneziano, ma per il nostro Super Domenico Masiero, dopo 139 gare sulla lunga distanza si fa fatica a trovare qualcosa di nuovo!

Quindi ecco qui la sua 140esima, chiusa in 4:07,

Schermata 2019-06-23 alle 23.34.30

Chiudono questa prima edizione ben 186 atleti, tutti italiani. Spulciando la classifica notiamo al primo posto un certo Giorgio Calcaterra, nome piuttosto famoso nelle lunghissime distanze, l’ultimo arrivato invece appartenente alla cat vm80, tanto di cappello.

Il percorso consisteva in 2 giri di 21 km con un dislivello di circa 200 metri tra Pont-Saint-Martin e Donnas per chi voleva fare la lunga distanza, con la possibilità di fermarsi  per chi volesse fare solo la “mezza”.

WhatsApp Image 2019-06-23 at 17.42.55

Domenico ci ha gentilmente mandato una foto per dimostrare la tranquillità con cui affronta e sopratutto conclude le sue gare.

Fabio Aidone

21/6/19 – 30° Corritreviso

Venerdì 21 Giugno si è disputata la 30^ edizione della Corritreviso. Alla consueta 10 Km che attraversa il centro di Treviso hanno partecipato circa 700 podisti, tra cui molti nomi importanti a livello nazionale ed internazionale.
La gara master maschile e femminile ha preso il via alle ore 19.30 da Piazza dei Signori. A questa edizione della Corritreviso il Running Team Mestre si è presentato con ben 42 atleti al via.
Segnaliamo il 1° posto di categoria e 9° assoluto del nostro Filippo Dabalà, e il 3° posto di categoria per Valentina Pavanello.

 

Grazie alla partecipazione nutrita dei nostri assoluti, il nostro team si classifica 1° tra le squadre più numerose.

 

Dopo la classica classifica alleghiamo alcune foto dei nostri atleti che hanno partecipato.

 

corritreviso

Ricordiamo inoltre che questa gara era valida per il Gran Prix 2019

 

Fabio Aidone

16/06/2019 – 6 ore di Buttrio

Tag

,

Tra sabato 15 e domenica 16 Giugno molti ultrarunner si sono dati appuntamento a Buttrio, piccolo comune di 4000 anime in provincia di Udine.

3 le gare in programma: 6, 12 e 24 ore. Sì, qui si ragiona in ore non in chilometri e ovviamente vince chi percorre la distanza maggiore in tale tempo. A questa gara partecipano 3 nostri atleti avvezzi alle lunghe distanze: Domenico Masiero, Moris Tosi e Stefano Ciancio.

Ecco i risultati dei nostri tre atleti tratti dalla classifica TDS.

Chiudiamo il post dedicato alla gara inserendo il racconto che il nostro Stefano Ciancio ha scritto direttamente sulla sua pagina Facebook. Merita una letta!

More, dove ti va in spiaja? A Buttrio !
Partenza ore 4 da Mestre par evitar ea coa co i me amighi Domenico e Moris. Semo rivai che no gera gnanca e sie.
Ea spiaja? Dove sea?
Caldo xè caldo, go portà anca ea crema protezione 30.
Xè già verti anca i ombrelli. Ansi, i gasebo !!!!
Ma…. ea sabia?

Buttrio è un ameno paesotto dell’hinterland udinese. Un campanil, do pontesei, un fiumeto sensa acqua. E te credo.
E’ la classica località da mega-esposizione solare: qui, oltre che sull’Etna, fanno gli esperimenti con gli astronauti della NASA per abituarli al contatto con i lapilli dispersi risalenti ancora al big bang. E l’unica crema che funsiona ga da esser ea pasta de fissan, spalmada però coi guanti del forno de Neil Armstrong.

Va ben. Per farla breve, l’unica “spiaggia” con campo da bocce presente era quella dell’unico bar sullo stradone principale, dove continuavano ad alternarsi avventori con pinte di birre e rutto libero mentre ci guardavano girare attorno al paesotto. Ebbene sì, anche oggi una bella “cricetata” di 6 ore. A BUTTRIO !

874 metri di circuito di continuo saliscendi, temperatura crescente dalle 7 del mattino alle 13: da 21 a 31 gradi. L’unica cosa che ricordava vagamente il fresco erano gli Alpini che organizzano (e qualcuno corre col cappello) questa manifestazione dalla scelta multipla: 6 ore-12 ore-24 ore. 
Gli unici rutti che si percepivano lungo il percorso lontano dal bar erano quelli da sali minerali. Come spesso accade ho avuto anche oggi le visioni: il Baffo della Birra Moretti che mi allungava un boccale. Io che lo prendo e… poff… il boccale spariva. E poi Zoff. Con il suo volto da sfinge udinese a guardarci con uno scetticismo cosmico che mette soggezione.

Per il resto mi sono divertito. Domenico Masiero e Moris Tosi sono due runners che non si tirano indietro. Il primo oggi ha fatto la sua 139ma tra maratone e ultramaratone ed è reduce dalla 9 Colli, una gara lunga 202km dai dislivelli che è facile immaginare. E’ quello forte. Moris si sta affezionando anche lui a queste cose lunghe ed è reduce dalla 100 km del Passatore, la Firenze-Faenza. E’ il futuro. Io ero reduce dalla 20anni di divano. Ma un po’ alla volta mi sto togliendo da dosso questa scimmia dell’immobilismo. Ansi, ea simia xe scampada. E sono il fitwalker.

Il Forte, Il Futuro, il Fitwalker.
Mi divertono queste cose. Sì, fa caldo. Sì, si fa fatica e si suda. Però da queste cose, trasuda molta umanità e semplicità. Sempre mejo dea spiaja, insoma 😁😁😁
Finito alle 13. Chi 44, chi 51, chi 52 km compiuti. Poi pranzo gratis offerto dagli Alpini e ritorno veloce, senza code.
Ah… La birra alla fine si è materializzata con gli interessi.

CAMBIATE VITA, ANDATE A BUTTRIO !!!!! 😂

Chiudiamo con alcune foto dei nostri 3 atleti!

14/06/2019 – Padova Corre – TERZA TAPPA

Tag

Segnaliamo la terza posizione del nostro Paolo Marchi alla terza tappa del circuito Padova Corre svoltasi venerdì 14 giugno a Noventa Padovana. Al via della gara Paolo occupava la terza posizione nella classifica di categoria SM55.

Bravo Paolo e continua ad aggiornarci sulle varie tappe 😉