8 nuovi tecnici FIDAL Fitwalking

Tag

, ,

Sabato 4 Maggio è stata una data importante per 8 dei nostri atleti del Running Team Mestre. Giorgio e Stefano Bevilacqua, Cristina Franceschi, Enzo Furlan, Susy Grego, Andrea Lucchiari, Eleonora Palma e Stefano Uccelli sono infatti diventati tecnici FIDAL di fitwalking, metodo Damilano.

Per il Running Team Mestre e il gruppo di camminata sportiva Fitwalking in Venice è un motivo di orgoglio avere un gruppo così nutrito di tecnici federali di primo livello, patente di assoluta ed indiscutibile serietà nell’insegnamento e nella diffusione della disciplina sul territorio veneziano.

Da parte di tutto il Running Team Mestre i nostri più sinceri complimenti per questo traguardo meritato, frutto di un impegno e di una dedizione costantemente dedicata a tutti gli allievi.

05/05/2019 – Trieste Half Marathon

Tag

,

Nei giorni scorsi la Trieste Half Marathon aveva fatto parlare di sè per la discutibile scelta da parte degli organizzatori di impedire l’iscrizione agli atleti africani. Le polemiche sorte intorno a questa scelta hanno scatenato una vera e propria bufera sui media. La stessa Federazione Italiana di Atletica Leggera si è mossa per criticare la scelta degli organizzatori della manifestazione triestina spiegandosi così: “Siamo la federazione che applica già uno ius soli molto avanzato, dove l’uguaglianza e il rispetto sono l’assoluta normalità. Vigileremo con la massima attenzione, verificando i fatti e le motivazioni”.

A seguito dell’intervento della Fidal, c’è stato il dietrofront dell’organizzazione e la riammissione in gara degli atleti africani.

Ma quindi chi ha vinto la Trieste Half Marathon? Il ruandese Noel Hitmana con il tempo di 1h3m28s. Elementare Watson!

Per quanto riguarda il nostro Team, 8 sono stati i partecipanti che hanno sfidato il freddo, la bora e la pioggia come eroi. Ecco i loro tempi al traguardo e alcune foto che inseriamo per celebrarli!

28/04/2019 – Trail del Collio

Tag

, , , ,

Il 28 aprile 2019 si è disputato il Trail del Collio Brda. La gara ha attraversato le colline ed i vigneti del pregiato vino della zona. Una corsa immersa nella natura di 25,9 km e 776 m di dislivello positivo tra i sentieri del Collio italiano e sloveno: le rovine del castello di Cormons, la cantina più grande della Slovenia (Klet Brda), frutto del lavoro di 400 famiglie di viticoltori eroici, il Castello di Dobrovo, il Bosco di Plessiva, la cantina Ronco dei Tassi, l’acetaia Sirk della Subida e, dopo due piccoli saliscendi, il traguardo.

Alla partenza, prevista da Piazza XXIV Maggio (Cormons) alle ore 8:30, si è presentata la nostra Antonella De Poli che ha concluso il trail in 3 ore e 43 minuti.

Ecco alcune foto che Antonella ci ha inviato prima e dopo la gara. Bravissima!

28/04/2019 – Padova Marathon

Tag

Avete presente quel senso di morte che vi assale circa 1 o 2 giorni dopo aver corso una Maratona? Beh i nostri Stefano Mercurio e Domenico Masiero no! 3 giorni dopo la 50 Km di Romagna i due, assieme a Filippo Dabalà e Stefano Ciancio si presentano alla partenza della Maratona del Santo

La maratona che ha preso il via dallo Stadio Euganeo ed è terminata, come da tradizione, in Prato della Valle è stata funestata da pioggia e forte vento. Nonostante le condizioni avverse i nostri 4 atleti hanno concluso i 42,195 km con questi tempi:

P. Generale P. Categoria Atleta Tempo
27 3 SM35 DABALA’ FILIPPO
2:49:40.88
286 54 SM40 MERCURIO STEFANO
3:27:40.49
948 163 SM50 MASIERO DOMENICO
4:24:08.69
1224 202 SM50 CIANCIO STEFANO
5:40:52.00

Segnaliamo la prestazione stellare del nostro Filippo Dabalà che chiude 27.mo assoluto e terzo nella categoria SM35. Filippo conclude la 20.ma edizione della Padova Marathon con il suo nuovo personal best!

Riportiamo le parole di Filippo che commenta così la sua esperienza sul suo profilo Facebook.

XX^ Padova Marathon, una gara da ricordare! Nuovo PB 2:49:40, 27mo assoluto e terzo di categoria! Sotto un gran diluvio e col vento contro non ho ceduto, sono rimasto tranquillo conscio che nonostante tutto l’obiettivo di scendere sotto le 2 ore e 50 minuti era fattibile. Arrivato a Prato della Valle, da lontano, ho visto il cronometro posto sul traguardo e le gambe hanno iniziato a muoversi ancora più velocemente in preda dall’euforia eh ho iniziato anzitempo ad esultare!!! CE L’HO FATTA!!! 
Durante la gara ho avuto timore che tutta la preparazione fatta di rinunce e tanti allenamenti in orari improponibili pur di rispettare il programma e le esigenze di famiglia e lavoro venisse vanificata da condizioni atmosferiche davvero impegnative… Ora mi godo il risultato! Un grazie speciale a mia moglie, ma questa volta in particolare al mio super allenatore Giovanni Schiavo!!!

Complimenti per il risultato Filippo!

A seguire le foto di Stefano Ciancio e Domenico Masiero (gara lunga numero 136…aggiorniamo per non perdere il conto 🙂

25/04/2019 – 50 Km di Romagna

Tag

La 38esima 50km di Romagna, organizzata dalla Podistica Avis Castelbolognese è andata in scena giovedì 25 Aprile con partenza alle ore 8.30 da Castelbolognese (Ravenna). Passerà alla storia come un’edizione da record, con un numero di partecipanti che ha raggiunto le 1.300 unità, tetto massimo previsto, in rappresentanza di 25 nazioni.

La 50Km di Romagna è stata scelta in questo 2019 dalla FIDAL come prova unica per l’assegnazione dei titoli assoluti e master di specialità. Particolarmente sentito quindi l’aspetto agonistico, lungo un percorso davvero impegnativo, con una prima parte prevalentemente in salita.

Al via della gara 9 atleti del nostro team. Ecco i loro risultati.

P. Gen. Atleta Tempo
1098 TOSI MORIS 6:49:27.51 50Km
78 MERCURIO STEFANO 4:00:57.60 50Km
1034 CHINELLATO REGINALDO 6:29:42.16 50Km
1157 FURIATO PAOLO 7:57:54.00 50Km
594 MASIERO DOMENICO 5:17:55.55 50Km
1097 ZENNARO ARIANNA 6:49:25.31 50Km
1135 VECCHIATO KATIA 7:11:22.74 50Km
1033 NUCIFORA CORRADINA 6:29:40.39 50Km

Seguono ora alcune foto rubate dai profili Facebook di alcuni nostri atleti. Non me ne vogliano ma chi vi scrive non è più nella “chat degli auguri” del team 🏹

28/04/2019 – Sarnico – Lovere Run

Tag

,

La Sarnico Lovere Run è una corsa di circa 26 km unica nel suo genere perché si svolge sulla strada che costeggia il lago d’Iseo. Il tragitto è stato pensato per esaltare la bellezza degli scorci lacustri della sponda bergamasca, che si susseguono rapidamente, sottolineando colori, vegetazione e fauna.

A darsi appuntamento alla partenza della gara, ieri mattina 4 nostri atleti: Giorgio Baldin, Dimitri Bolzonella, Monica Menon, Susanna Grego, Sara Scarpa e Annalisa Mosca.

Ecco i loro tempi ufficiali da ENDU.

P. Gen. Atleta Tempo P. Cat.
2943 BALDIN GIORGIO 1969-04-03, RUNNING TEAM MESTRE 2:57:47.72 SLR Competitiva 424 SM50
2956 BOLZONELLA DIMITRI 1968-05-13, RUNNING TEAM MESTRE 2:59:13.25 SLR Competitiva 426 SM50
1910 MENON MONICA 1969-04-18, RUNNING TEAM MESTRE 2:20:58.94 SLR Competitiva 40 SF50
3021 GREGO SUSANNA 1966-10-03, RUNNING TEAM MESTRE 3:10:25.90 SLR Competitiva 148 SF50
3022 SCARPA SARA 1971-02-02, RUNNING TEAM MESTRE 3:10:25.91 SLR Competitiva 199 SF45
2555 MOSCA ANNALISA 1963-03-21, RUNNING TEAM MESTRE 2:37:11.13 SLR Competitiva 28 SF55

14/05/2019 – Incontro sulla nutrizione sportiva

Tag

Farmacia Medina, sponsor della nostra squadra, organizza un secondo incontro per gli atleti del Running Team Mestre con tema la nutrizione dello sportivo.

L’incontro si terrà martedì 14 Maggio alle ore 20 in farmacia ed è rivolto a chi non ha avuto modo di presenziare al precedente.

Suggeriamo agli interessati di comunicare a Stefano Bevilacqua la loro presenza in quanto lo spazio a disposizione consente un numero massimo di 20 partecipanti.

13/04/2019 – CMP Venice Night Trail

Tag

, ,

Il CMP Venice Night Trail è giunto alla sua quarta edizione. Quest’anno oltre 1700 i runner che hanno transitato all’arrivo della gara competitiva svoltasi lungo un percorso suggestivo da 16 Km  con partenza alle ore 21 dal Terminal passeggeri di San Basilio.

I podisti hanno formato un serpentone lungo e luminoso per via delle lampade frontali che servivano di aiuto per vedere bene il persorso.

Una volta partiti i partecipanti hanno attraversato il Canal Grande sul ponte di Calatrava, si sono diretti al sestiere Dorsoduro, sono entrati a Cannaregio correndo lungo le fondamenta, attraversando le varie calli per poi arrivare a S. Elena dove c’era un ristoro ad attenderli.

Si è poi passati per Riva dei Sette Martiri passando poi per la bellissima Piazza San Marco, Ponte dell’Accademia, si sono diretti poi a Punta della Dogana per poi continuare per le Zattere lungo il Canale della Giudecca per poi arrivare al traguardo a San Basilio.

Anche qui i colori del Running Team Mestre non sono mancati. Undici i nostri atleti giunti al traguardo. Ecco i loro tempi!

GENOVA HALF MARATHON 2019 14/4/19

Schermata 2019-04-15 alle 12.18.16.png

Luisa Parisi ha percorso i 21097metri in terra ligure, la mezza di Genova 2019 è quindi un’altra tacca sulla sua cintura.
ma ora lei stessa ci descriverà questa bellissima manifestazione.

57471772_843783605957800_7256106904517083136_n

GENOVA HALF MARATHON 2019


Non ho ancora chiaro se corro per visitare nuove città oppure se viaggio per correre in posti diversi.
Certo è che corsa e viaggi sono per me un connubio indissolubile ormai.
Perché Genova?
Perché Genova è legata ad una personale storia di amicizia e solidarietà femminile; solidarietà estesa alla città, dopo la strage d’agosto.
Non c’ero mai stata, ma un gruppo di amici runners mi ha convinto circa due mesi fa ad iscrivermi, facendomi “gola” con la cena pregara ed il pranzo post gara. Potevo mai dire di no?
Genova sia!
Sabato, appena arrivata, ho capito il reale significato dell’espressione “porto di mare”: a Genova calza a pennello.
Multietnica, caotica, ma anche splendida fra storia e mare.
Per non parlare della focaccia e della gentilezza delle persone incontrate.
Ma veniamo a noi, “belìn” (ho già appreso il loro intercalare!).
Doveva essere una domenica di piogge “consistenti” (per un usare un termine tanto caro a “ilMeteo”), ma per fortuna con lo sparo della mezza ha smesso di piovere.
Dopo aver appreso delle molteplici “difficoltà” del percorso (quantomeno per una come me che corre senza pretese nel piatto Veneto), sin dalla partenza ho ripetuto a me stessa “preservati ché poi scoppi”.
E così ho fatto.
Le difficoltà iniziano presto a Genova: grossomodo dal secondo km, quando si corre in salita, poi in discesa, quindi in falsopiano.
I primi 10 km, però, scorrono veloci, allegri, tutto sommato “leggeri”.
Prima il passaggio in centro storico, poi la corsa verso il mare con il classico “giro di boa” che amo molto perché consente agli amatori di essere anche spettatori dei più veloci che risalgono nella direzione opposta (mentre tu sei appena all’inizio: dettagli!).
Sguardo fisso verso il mare e sei tutt’uno con esso: davvero emozionante.
I secondi dieci costeggiano sempre il mare, ma passando su una sorta di sopraelevata, con costante pendenza in salita. La fatica si fa sentire.
Al dodicesimo le mie gambe erano inspiegabilmente contratte e faticavo a tenere il passo.
Tento la carta “gel”, mi impongo di spegnere la mente ed arrivare al 15esimo.
Ci arrivo: acqua, sali e lentamente si riparte.
Altro giro di boa, questa volta direzione arrivo.
Attendo la difficoltà del 18esimo che una genovese mi aveva descritto al ritiro pacchi gara.
Stranamente non la trovo; anzi, mi ritrovo al “km 20” quasi senza accorgermene. Solo allora capisco che l’allenamento degli ultimi due mesi qualche benefico effetto lo ha portato.
Una band coinvolgente suona poco prima dell’arrivo e mi dà tutta l’energia per fare uno sprint finale.
In questa mezza l’arrivo è esattamente dove te lo aspetti, subito dopo l’ultima curva. Lo vedo, sorrido e taglio il traguardo, incredula di averla già finita.
Il porto, il mare, il vento, l’improvvisa tosse, la felicità nel cuore.
Grazie Genova per avermi ricordato che volere e potere.
Nella corsa come nella vita.


Luisa Parisi

57192362_2329897687258445_8937827196379070464_n57198753_313434165945586_333940690880823296_n

 

Grazie Luisa per le tue parole. Credo che il prossimo anno la farò anch’io.

14/04/2019 – 43.a Maratona del Lamone

Tag

, , ,

Domenico Masiero corre ieri, domenica 14 Aprile, la 43.a Maratona del Lamone. Con lui l’inseparabile Silvano Corsale della Fly Salzano. I due tagliano il traguardo con un tempo di 4 ore e 5 minuti tutti segnati da una pioggia insistente e un forte vento che chissà perchè spira sempre contro. Soddisfatti comunque per il loro risultato ci inviano la loro foto con la medaglia.

Domenico ci tiene a sottolinearmi via Whatsapp che questi 42 km erano un allenamento propedeutico ai prossimi lunghi di fine aprile e maggio (leggi 50 km di Romagna e Passatore 😉 ). Avremo presto altre sue notizie.

Complimenti ancora al nostro Domenico da parte di tutta la squadra. Se non abbiamo perso il conto sono 134 le “gare lunghe”…